Export del vino in UK: e-commerce? No, grazie!

wine export in UK: fish and chips e vino italiano
Fa un po’ impressione per un appassionato di vino pensare di abbinare i nostri prodotti enologici di pregio ad un tipico fish and chips inglese, ma l’export del vino italiano nel Regno Unito funziona ed i “nuovi” consumatori sono sempre più esigenti.

Consumatori esigenti e disposti a spendere sempre di più per una buona bottiglia Made in Italy: è questa la fotografia del mercato scattata in Inghilterra da Wine Intelligence, una rete di produttori che supporta l’export del vino a livello mondiale.

Il Paese della Regina torna dunque ad essere un porto interessante per i nostri esportatori che hanno trovato – a quanto sembra – nuovi entusiasmi nelle nuove generazioni di consumatori.
Così se ne parla su “Il corriere vinicolo”, organo ufficiale dell’Unione Italiana Vini:

[…] la maggioranza dei consumatori inglesi è disposta a spendere, per acquistare una bottiglia di vino nel canale off trade, tra le 5 e le 5,99 sterline, cifra che cresce oltre le 8 sterline se si restringe il numero dei consumatori a quelli di età inferiore ai 35 anni, In sostanza, i giovani della generazione Y risultano essere disposti a spender di più per l’acquisto di vino rispetto a quelli più anziani. 

Né GDO né e-commerce, per brindare italiano vince la “bottega”


vini italiani in inghilterra: la copertina di wine enthusiast


Quello che non stupisce e che dovrebbe interessare i nostri produttori ed esportatori è il dato che vuole che la cosiddetta Generazione Y inglese preferisca acquistare una buona bottiglia di vino nel piccolo negozio, anziché affidarsi agli scaffali, certamente forniti, dei grandi supermercati o addirittura all’e-commerce. 
Forse è proprio questo ultimo fattore che dovrebbe far riflettere e che potrebbe guidare le strategie di export management del prossimo anno almeno: il 95% dei consumatori inglesi acquista vino in “bottega” e nella propria zona di residenza.
Con quale frequenza? E’ presto detto:

L’85% dei britannici è consumatore di vino; il 56% ne è consuma almeno una volta al mese (si tratta di circa 27,5 milioni di persone); gli under 35 sono il 25% di questi e quindi circa 6,9 milioni di bevitori.

[fonte articolo: IlCorriereVinicolo. Fonte immagini: www.winemag.com, http://blogs.houstonpress.com]

No Comments

Post a Comment

Share This