Liberi professionisti sul web: la lotta per il posizionamento in 5 step

Curare il proprio sito web è diventato un secondo, faticoso lavoro per molti professionisti
Tutti sul web perché “bisogna starci” e perché tutti i colleghi hanno oramai un sito. Ma curare un sito, per un professionista che si occupa d’altro, può essere davvero faticoso e dispendioso. Ecco qualche suggerimento per evitare di fare un lavoro inutile senza spendere un capitale.

La cosa di solito funziona così: si inizia con il “faccio tutto da solo”, magari con una delle tante piattaforme che promettono di creare il nostro sito gratis e facilmente, ma poi ci si accorge che realizzare e curare un sito web per un libero professionista, avvocato, psicologo, dentista e chi più ne ha più ne metta, non è cosa semplice.

1. Qual è il tuo obiettivo?

Arrivare prima di tutti i colleghi con l'inbound marketing, ecco come
La risposta a questa domanda rappresenta un prius logico rispetto a tutto il percorso da compiere perché il discorso cambia, e non di poco, se il nostro obiettivo è solo avere una sorta di “biglietto da visita sul web” oppure se vogliamo usare internet per trovare una possibilità di far crescere il nostro business.

Nel primo caso con qualche ora di lavoro (a seconda della vostra dimestichezza con software e tools) e magari qualche buon consiglio, potrete iscrivervi agli elenchi di professionisti online oppure a qualche servizio gratuito che vi darà la possibilità di creare una pagina web dove indirizzare i vostri clienti

2. Qual è il tuo riferimento? 

professionisti sul web, dentisti sul web, avvocati sul web, aumentare il fatturato
Avere una unità di misura è importante per ogni cosa, così il consiglio è quello di fare una “passeggiata” virtuale tra i colleghi e vedere qual è il grado di presenza sul web. Iniziate magari dalla vostra regione per poi allargare la ricerca. 
Quando fate questa ricerca, più che l’aspetto estetico dei siti che visitate, fate caso all’ordine in cui compaiono tra i risultati su Google e soprattutto cosa avete scritto sulla barra delle ricerche, ovvero qual è stata la vostra query, come avete cercato su Google.

3. La tua reputazione sul web

professionisti: avere una immagine web curata è molto importante
Molti studi di professionisti o colleghi che magari conoscete personalmente, hanno un’immagine sul web molto curata: un bel sito web pieno di news ed immagini interessanti, quando cercate su Google li trovate spesso per primi, hanno anche pagine professionali su Facebook o Twitter e così via.
Quello di cui stiamo parlando si chiama web reputation e definisce appunto la nostra “reputazione” sulla rete, ovvero un insieme di quel che si dice di noi e quel che c’è e che viene associato al nostro nome, al nostro brand.
Ed ora prova: cosa viene fuori cercando il tuo nome?

4. Vorrei provare, ma cosa si fa esattamente?

L'imbuto del marketing: da visitatore a cliente con un buon sito

Quello che puoi fare con un buon sito o blog è sicuramente migliorare la visibilità del tuo studio, aumentando il traffico di clienti gradualmente ma a lungo termine
E’ un po’ come fare pubblicità, ma il vantaggio del web è che ti offre la possibilità di misurare i ritorni diretti, ovvero quelli che vengono dalle singole azioni, oltre al fatto di costare meno.

Il lavoro da fare è questo: ipotizzando che io sia un avvocato, dovrei riuscire a far arrivare sul mio sito tante persone che hanno bisogno di una consulenza legale, avrei la possibilità di entrare in contatto così con molti potenziali clienti e proporre loro i miei servizi. Nel contempo potrei farmi conoscere dai miei colleghi implementando la mia cerchia di colleghi.
Come nell’esempio dell’avvocato, naturalmente, potrebbe verificarsi per ogni altro professionista.

Il lavoro che abbiamo descritto per sommi capi spiega cos’è l’inbound marketing e se la cosa ti ha incuriosito puoi leggere di più su questo articolo
Dunque la buona notizia è che si può fare!

5. Sì, mi piace… Ma quanto mi costa?

quanto costa una consulenza di web marketing inbound marketing

Guadagnare clienti ed opportunità grazie ad una buona reputazione sul web richiede l’aiuto di un professionista del settore e dunque ha indubbiamente un costo. 
L’investimento richiesto però è assolutamente accessibile anche perché è personalizzato sulle tue esigenze e sul tuo settore specifico, oltre che sulle tue aspettative ed i tuoi obiettivi.

Costa sensibilmente meno della pubblicità tradizionale: una pagina pubblicitaria su qualunque quotidiano locale di buona tiratura costa diverse centinaia di euro al giorno, ma quanti potenziali clienti, tra tanti lettori, raggiungerà? Quanto sarà efficace? 
Alla stessa cifra potrete avere una consulenza che vi accompagnerà per tutto l’anno. 

Ma so che ti aspetti delle cifre e per questo ti accontento: 
Una consulenza si può avere a partire da 100 euro al mese e la cifra è strettamente connessa con la quantità di servizi dei quali hai bisogno: potrai avere una fondamentale ricerca sulle parole chiave, una riscrittura dei contenuti “fissi” in chiave SEO, un piano editoriale che ti servirà per avere delle idee sui contenuti da pubblicare e qualche buona idea per ottimizzare i tuoi Social Network oltre ad un riferimento a cui chiedere lumi. 

Potrai anche avere qualcuno che scrive e pubblica al posto tuo, che controlla il traffico, che ottimizza ogni azione, compreso il tuo sito web.

Corso di content marketing a Pescara Abruzzo

Una buona consulenza di web marketing certamente è duratura nel tempo, vi accompagna almeno per un anno, è in grado di “aggiustare il tiro” in base ai feedback e soprattutto è un modo per imparare qualcosa di nuovo, come fosse un training-on-the-job.

Sei interessato a ricevere informazioni per la tua attività?


No Comments

Post a Comment

Share This