La spesa al supermercato via web. La soluzione poco tech ma molto efficace!

Il web può fare grandi cose per perfezionare i tempi nella tua frenetica vita quotidiana. Ecco qualche strumento per… saltare la fila al supermercato ed ottimizzare i tempi. 

 

Ho già parlato, in questo mio articolo, di quanto le persone stiano tornando a fare la spesa nelle botteghe e nei market cittadini, anziché scegliere i grandi ipermercati, affollati e spesso in periferia.

 

Soprattutto nelle città dove c’è concentrazione di uffici, il momento da dedicare alla spesa diventa quello dell’ora di pausa pranzo, oppure una volta terminata la giornata di lavoro, prima di rientrare a casa.

 

La spesa quotidiana: una scelta sana. Ma dove trovo il tempo?

 

Se anche la tua spesa è diventata quotidiana, in linea con una scelta di vita più sana ed ecologica, che predilige i cibi freschi evitando gli sprechi, certamente ti sarai scontrato con la difficoltà di trovare il tempo di farla, la spesa.

 

La ricerca di un parcheggio e le code alla cassa ti porteranno via più tempo (essendo gli orari più affollati), senza contare che, probabilmente, dovrai lasciare le buste nella macchina per tutto il pomeriggio.

 

Ho deciso di scrivere questo articolo perché mi sono “scontrata” con la necessità di trovare una soluzione e navigando sul web ho trovato delle informazioni davvero efficaci.

 

#1. Un’App per conoscere le offerte

 

app per conoscere le offerte
Sono utilissime, ce ne sono praticamente di quasi tutte le catene di supermercati, sono sempre più evolute e qualcuna ha anche un e-commerce che funziona e che ti permette di comprare direttamente online i prodotti.

 

Un elenco delle principali App dei Supermercati si trova in questo articolo. Certamente i vantaggi sono tanti, compreso quello di trovare il prezzo più conveniente del circondario.

 

Tuttavia avrai bisogno di un bel po’ di tempo per fare il giro e se vorrai avere una panoramica completa delle offerte della tua zona dovrai scaricare diverse App.

 

Per acquistare via e-commerce è necessario possedere una carta di credito oppure avere un account Paypal collegato che ti consenta di perfezionare l’acquisto e dunque far “partire” la tua spesa tramite corriere o servizio di consegna locale.

 

#2. La spesa a domicilio, per ora solo in poche città

 

Una novità importantissima che sarà realtà, però, nei prossimi anni, è quella della startup veronese Supermercato24 che ha vinto, lo scorso gennaio, un’importante competizione per buone idee legate all’innovazione.

 

L’idea è davvero buona e permetterà di recapitare la spesa direttamente a domicilio nel giro di 24 ore tramite una rete di fattorini cittadini (più info in questo articolo del Corriere della Sera).

 

A parte i tempi, che saranno sensibilmente più bassi nelle città più piccole, il servizio ha un costo che parte dai 3 euro e mezzo a consegna: non pochissimo considerando che, a volte, la spesa quotidiana è composta di poche cose.

 

#3. Scegli online e passi a ritirare al market

 

unikamarket pescara
Nella piccola indagine che ho fatto, certamente la possibilità che mi ha colpito di più è quella offerta da Unikamarket, un sito web che ti permette di fare la spesa dal tuo computer o smartphone e scegliere quando passare a ritirarla al market di zona.

 

Una soluzione ideale che fa davvero risparmiare tempo, forse meno tecnologica ma certamente più personalizzabile.

 

La cosa davvero incredibile è che – per una volta – anche a Pescara c’è la possibilità di usufruirne e non solo dunque nelle grandi città come Roma o Milano, dove di solito “le novità” approdano e restano.

 

I supermercati della città che hanno aderito all’iniziativa sono – lo dico per completezza – tre punti vendita Tigre del centro, proprio le zone dove c’è maggiore concentrazione di uffici, ma non è detto che presto anche altri marchi aderiranno all’iniziativa.

 

Come si fa?
La modalità è semplice: ci si iscrive al sito e si sceglie il giorno, l’orario, ed il punto vendita di ritiro della spesa. Il sistema provvederà ad inviare un SMS attraverso il quale verificare l’ordine.
Una volta all’appuntamento si troverà la spesa già imbustata: si dovrà solo procedere al pagamento usando una cassa riservata e si è subito fuori, saltando le file e risparmiando un sacco di tempo.
Che dici, vale la pena di provarlo?
No Comments

Post a Comment

Share This
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.