L’Abruzzo a New York per il Summer Fancy Food

Sono 12 le aziende abruzzesi presenti, a New York, alla Summer Fancy Food & Confection Show, la piu’ importante manifestazione fieristica del Nord America dedicata alle specialita’ alimentari, che partirà questa domenica 29 giugno. 
L’Area Italia, tra Province, Consorzi e Camere di Commercio, rappresenta la piu’ vasta collettiva nazionale. E l’Abruzzo non poteva mancare neanche quest’anno (dopo ben un ventennio ininterrotto di partecipazioni) a questo importante appuntamento in un mercato tra i più ambiti a livello internazionale, grazie all’organizzazione ed al finanziamento forniti totalmente dal Centro Estero delle quattro Camere di Commercio d’Abruzzo. 

Sono gli Usa il primo mercato per pasta e olio, benissimo anche il vino

pasta e vino bene l'export negli usa“Il mercato americano si conferma, in generale, il secondo per l’export abruzzese nel settore dell’agroalimentare, dopo la Germania – riferisce il presidente del Centro Estero, Daniele Becci – e in particolare, gli Stati Uniti sono il primo mercato per le esportazioni abruzzesi di pasta e olio, ed il secondo per quelle di vino. Dunque, anche in questo momento di recessione – continua Becci – l’export negli Usa continua a registrare un leggero aumento. Da qui l’impegno rinnovato e costante del Centro Estero a supportare le aziende abruzzesi nel loro percorso di internazionalizzazione e considerato anche il forte interesse che loro stesse continuano a manifestare per questo rilevante mercato”.

L’export continua a crescere ma servono specialisti

Per aprirsi ai mercati esteri servono specialisti del settore e non è un fattore che si può facilmente aggirare: a meno che non vogliate procedere da soli per tentativi ed errori (spesso “bruciando” delle fette di mercato). Ne sono certi gli export specialist di Co.Mark, una società di consulenza riconosciuta nel mondo, che si occupa proprio di questo.

Ma i piccoli imprenditori o le StartUp, spesso, non possono permettersi il supporto commerciale di questi consulenti. 
Allora qual è la soluzione? 

Gli Export Manager sono tra le figure più ricercate (e pagate) dal mercato, come si può leggere in questo articolo, ma per approdare a questa attività c’è bisogno di competenze e conoscenze.

Wine export: tutte le possibilità di formazione in Italia

master wine export management pescara

Per quanto riguarda l’ambito enologico, ovvero il mondo del vino, i corsi attivi sono pochi. C’è quello del quale abbiamo più volte parlato promosso dalla Fondazione Mach che si svolge a Trento e sta completando la seconda edizione, il Master post lauream dell’Università Bocconi in Food&Beverage Management che tratta anche dell’area wine, mentre per il centro-sud Italia c’è il master di Orienta Formazione che inizierà il prossimo settembre a Pescara e per il quale sono ancora aperte le possibilità di iscrizione.

Per avere informazioni sui percorsi di formazione per wine export manager contattaci subito compilando il form in alto a sinistra.
[fonte articolo: Agi, fonte immagini: Agi]

No Comments

Post a Comment

Share This
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.