seo energy libro

Come attirare nuovi clienti: la prima guida comprensibile

E’ uscito a febbraio 2021 “SEO Energy” l’ultimo dei Ninja Books edito da Flacowski (oggi Flaco Edizioni) che è rivolto a professionisti e aziende che desiderano migliorare la propria visibilità online e che vogliono capire come attirare clienti. Ecco perché questo libro è davvero rivoluzionario.

 

Perché ti consiglio questo libro?

Ci sono un sacco di motivi per i quali non posso fare a meno di consigliare questo libro proprio a te che stai leggendo e che forse hai una buona idea in testa da sviluppare, oppure hai un’azienda o ancora sei un professionista e ti poni le domande cruciali per qualunque persona che ha a cuore la sua attività:

  • Come faccio ad attirare clienti?
  • Come fanno quelli che ricevono richieste di informazioni e preventivi via email o telefono?
  • Come posso far conoscere le cose che faccio in modo da avere sempre clienti nuovi?
  • Cosa ci faccio con il mio sito per il quale ho speso già un sacco di soldi?
  • Ho la pagina Facebook e so che c’è gente che riesce a trovarci contatti utili… come fanno?

Se stai cercando le risposte a una o più domande fra queste qui, forse le hai anche già cercate online oppure su libri tecnici. Ma hai fatto tanta fatica a leggere e alla fine non è che tu abbia proprio capito bene.

Ecco il primo motivo per il quale ti consiglio questo libro: è scritto in modo davvero semplice, comprensibile, ed è pensato apposta per te che fino a oggi non sei ancora sicuro di aver compreso come funziona il digital marketing.

Un libro semplice ma completo: ecco l’indice degli argomenti

SEO Energy è un libro completo che va oltre la semplice materia della Search Engine Optimization, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca e cioè il meccanismo per il quale ad un certo punto la tua pagina web si ritrova in cima alla lista delle risposte di Google per una data ricerca.

SEO Energy è un libro che è stato scritto da un team, quello di Argoserv capitanato da Fabio Di Gaetano che ha guidato l’opera. Il nostro team (eh sì, è anche il mio capitano!) ha avuto la stessa necessità che hai oggi tu ma all’inizio degli anni 2000: quella di capire meglio come funzionava il digital marketing per far fruttare un’idea di business.

Ma cosa c’è nel libro? Ecco l’indice.

Indice degli argomenti:

  • Il valore della SEO
    • Motori di Ricerca, AdWords e la SEO
    • L’importanza della visione strategica nella SEO
    • A cosa serve la SEO
    • Perché SEO=Google
 
  • Strategy is queen
    • Zomt, Umot, Fmot
    • Come cambia l’esperienza d’acquisto
    • Il marketer diventa inbound marketer
    • La segmentazione del funnel e il monitoraggio dei risultati
    • La strategia di posizionamento
    • Analisi della concorrenza
    • Strategia di posizionamento sui motori di ricerca
    • A ogni obiettivo la sua SEO
    • Reputazione: la SERP come biglietto da visita
    • La SERP nella fase di lancio
    • Attività di customer care SEO oriented
 
  • I segreti della SEO: i sempreverdi
    • Scansione, indicizzazione, posizionamento
    • La SERP e la Universal Search
    • Rich Snippet e Rich Card
    • Featured Snippet e posizione zero
    • Sitelink
    • La Universal Search o Rich Search
    • Conquistare le vette di Google: User is King
    • Categorie di ricerca in base al Search Intent
    • I micro-momenti del search intent
    • Micro momenti al centro del marketing
    • Zmot, Micro-moment e la SEO
    • Comprendere il Search Intent in concreto
    • Pertinenza e rilevanza
    • Una coda lunga: long tail e l’occupazione della SERP
    • User Experience e Mobile First
 
  • SEO plan in action
    • Conoscere le Buyer Persona
    • Creare le Buyer Persona
    • Da Buyer Personas a Buyer’s Journey
    • Dal piano al calendario editoriale
    • Perché costruire un calendario editoriale
    • Creare un calendario editoriale
    • Strumenti per il calendario editoriale
    • Un caso pratico e complicato
    • Checklist per l’agenda editoriale
  • Elementi on-site
    • Struttura di un sito
    • Menu di navigazione
    • Categorie e sottocategorie
    • Breadcrumb
    • Linking interno
    • Link score
    • Tag e tassonomie
    • Sitemap XML
    • Crawl budget
    • Elementi on-page
    • Tag title
    • Meta Description
    • URL
    • Titoli H1, H2
    • Indice degli argomenti
    • Alt Tag delle immagini
    • Le performance
    • Responsiveness
    • Cenni sull’HTML
    • Il markup semantico
 
  • SEO Copywriting
    • Content is king ma senza la SEO…
    • SEO Content is king
    • La lettura da monitor
    • L’importanza dello stile nel linguaggio
    • Il kit operativo del SEO copywriter
 
  • Link popularity e social media marketing
    • La storica importanza dei link
    • Link interni
    • Ottenere link buoni e utili
    • La ricerca dei link buoni
    • Co-citazioni e co-occorrenze: cenni sulla SEO semantica
    • La SEO e il social media marketing
    • Integrazione della SEO nei canali social
    • Ottimizzazione SEO della pagina Facebook
    • Ottimizzazione SEO della pagina Instagram
    • Ottimizzazione SEO del canale Youtube
    • Ottimizzazione SEO di LinkedIn
    • Ottimizzazione SEO di Twitter
 
  • Global, local e glocal SEO oriented
    • La scelta del dominio e hosting
    • SEO internazionale
    • La SEO local
    • Come scalare le SERP local
    • Le attività necessarie per una scheda completa
    • Altri fattori per essere visibili nel pack
    • Come ottimizzare un sito per la ricerca local
    • Voice search vicino a me
    • Portali verticali, comparatori, ecommerce, siti e directory
    • Amazon
    • Google Shopping
 
  • Misurare con Google Analytics e Search Console
    • A cosa serve Google Analytics
    • Limiti di Google Analytics
    • Metriche e dimensioni
    • Reportistica
    • Panoramica del pubblico
    • Canali di acquisizione
    • Pagine di destinazione
    • Panoramica obiettivi
    • Canali di attribuzione
    • Google Search Console e monitoraggio del posizionamento
    • Conclusioni: la via data inspired
 
  • Evitare le penalizzazioni
    • L’EAT: le direttive dei quality rater
    • Case History
    • Google Page Layout Algorithm
    • EMD
    • Panda
    • Penguin
    • Come fare per recuperare una penalizzazione
    • Attacchi da competitor poco etici
    • Mobilgeddon
    • Hummingbird, Rankbrain and BERT
    • Freshness update
    • Le penalizzazioni
 
  • Site tool, audit e migrazioni
    • Gli strumenti gratuiti
    • Gli strumenti a pagamento
    • Audit SEO
    • Migrazione di un sito
 

Un estratto del capitolo 4: SEO Plan in action

Il motivo per il quale offro questo estratto sul mio sito web è anche la seconda ragione per la quale mi sento di consigliarti questo libro: la parte che riguarda il Content Marketing e la SEO Copywriting porta la mia firma. Come sai mi occupo di queste tematiche sin dagli albori di queste discipline e, oggi più che mai, sono entrate a pieno titolo fra le discipline più importanti per garantire visibilità e profitto per ogni attività economica.

Estratto libro SEO Energy:

[…]

Come afferma sempre la collega Lisa De Leonardis con cui ho avuto l’onore di scrivere questa parte del libro, una fra le migliori SEO copywriter d’Italia, super esperta del wine business e grande pescatrice: immaginare e mettere in pratica un SEO plan di successo è un’attività molto simile alla pesca.

Pescare (e fare marketing) è studiare prima di partire

Per pescare si deve studiare: si devono conoscere il luogo che si sceglie per la battuta, le regole che lo governano, le specie che popolano quello specchio d’acqua e le prede che la natura, spontaneamente, offre loro. Non si può improvvisare: sarebbe un flop garantito. 

Per scrivere in ottica SEO, e quindi per conoscere Buyer Personas e Buyer’s Journey, devi utilizzare lo stesso rituale. Solo così puoi affrontare il mercato nel modo giusto: per far crescere la reputazione online di un brand o gli affari e i clienti di un ecommerce, per raggiungere dei traguardi precisi e studiati, per cogliere i lettori nel momento giusto, nel posto giusto e con il giusto approccio. 

4.1 Conoscere i tuoi potenziali clienti: le Buyer Personas

Studiare prima l’ambiente nel quale vuoi pescare è fondamentale per scoprire opportunità, rischi e zone più favorevoli per catturare le prede: solo in base a tali consapevolezze puoi decidere qual è la strada giusta per giungere al tuo traguardo. 

Non è il tuo prodotto a guidare la strategia di marketing e SEO, ma sono i clienti la tua stella polare. 

Continuando con la metafora della pesca, prima di partire per una battuta devi prepararti nel modo più funzionale rispetto al tuo obiettivo. Infatti, la domanda che qualunque pescatore si deve porre da principio è: “Quali pesci troverò nel lago?”.

In base alla preda che vuoi insidiare, infatti, potrai scegliere l’attrezzatura giusta e le strategie possibili. Se ti focalizzi su una specie in particolare, puoi riuscire a trovare facilmente molte informazioni utili e sapere cosa mangia, così da scegliere le esche migliori, qual è il suo stile di vita, per programmare gli orari di pesca, i posti in cui è più semplice che si raduni, le preferenze sulle profondità alle quali usa cacciare, e molto altro. Conoscere tali dettagli ti pone in una situazione di grande vantaggio: sai esattamente come arrivare più facilmente al tuo obiettivo e puoi avere un buon controllo sulla situazione generale senza pescare “a casaccio”.

Dovresti provare a ragionare, per il tuo business, come i pescatori: se hai un obiettivo devi chiederti innanzitutto chi troverai, nel mercato, a desiderare il tuo prodotto o servizio. Devi imparare a conoscere i tuoi potenziali clienti attraverso una ricerca a tutto tondo, che prenda in considerazione non solo note demografiche (età, genere) e sociologiche (famiglia, ambiente di vita, abitudini), ma anche stili di vita, linguaggio, confidenza con i mezzi informatici, obiettivi personali o ogni altra cosa possa essere utile per ottenere informazioni preziose. L’obiettivo è lasciare che i tuoi stessi potenziali clienti ti dettino la strategia migliore per farti notare.

Di fatto questo è studiare i clienti: mettersi in ascolto e osservare, tracciare la loro sagoma e poi muoverla in avanti e all’indietro sulla barra del tempo, cercando di carpire, in ogni momento del percorso che li porta al tuo obiettivo, pensieri, idee, esclamazioni, domande e dubbi che essi stessi si pongono.

Ciò che stai facendo è creare delle Buyer Personas, cioè delle rappresentazioni sintetiche di alcuni potenziali clienti, a rappresentanza di gruppi (cluster) formati da audience che si possono definire “simili”. Ancora più semplicemente e con un linguaggio caro a molti economisti, stai segmentando il target, cioè stai individuando innanzitutto delle caratteristiche comportamentali o sociologiche che li rendono catalogabili. 

Dice David Meerman Scott nel suo The New Rules of Marketing & PR: “[…] If we break the buyers into distinct groups and then catalog everything we know about each one, we make it easier to create content targeted to each important demographic”. Segmentare i potenziali clienti in gruppi separati e ordinare tutto ciò che sappiamo su ciascuno di loro, ci darà indizi fondamentali per creare un innesco (trigger) specifico per ogni importante momento nel percorso d’acquisto (funnel). Come nella pesca, dunque, la tua massima attenzione non va posta sulla scelta della canna o sulla tecnica di pesca, ma sulla scelta della preda, che determina il tutto.

[…]

Il digital marketing oggi è necessario per ogni attività

Il terzo e ultimo motivo per il quale mi sento di consigliare questo libro è che il digital marketing è oggi davvero necessario per qualsiasi attività.

L’atteggiamento che definirei ironicamente “no-dig” di alcuni che guardano ancora con sospetto alla presenza online, alle opportunità offerte dai social network o dal commercio digitale è assolutamente incomprensibile perché dannoso per le stesse attività.

Ciò non significa che è necessario presidiare il web “in ogni modo”. Questo significa affrontare il digitale in maniera professionale e seria, rappresentativa della tua attività, strategica e studiata apposta perché diventi un vantaggio in termini di valore (guadagni, reputazione, visibilità, etc., dipende dal tuo obiettivo).

La soluzione, come in tutte le cose, non è il fai-da-te. O meglio: non può esserlo senza prima uno studio approfondito e oculato. Dunque puoi anche scegliere di procedere da solo, ma prima devi studiare e conoscere la materia che vuoi affrontare. A volte può essere un’idea anche quella di fare un corso.

L’alternativa è guadagnare tempo e investire in una consulenza esterna, di un professionista o di una agenzia, a seconda delle tue necessità.

Hai bisogno di saperne di più? Scrivimi

    No Comments

    Post a Comment

    Share This
    My Agile Privacy
    Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.